A me le classificazioni stanno un po’ strette.

Non mi sono mai piaciute e le trovo piuttosto stupide. Non è che per “rientrare” in un certo gruppo bisogna per forza comportarsi tutti uguali, ragionare allo stesso modo e apprezzare le stesse cose.

Per fortuna siamo tutti diversi. 

E se io voglio essere un po’ così e un po’ cosà voglio essere libera di farlo.

Non concordo quindi sulla netta distinzione tra viaggiatore e turista, o almeno non riferito al modo di viaggiare per cui il viaggiatore è un’avventuriero e il turista uno che passa tutta la vacanza in panciolle.

 

viaggio Fai da te vs all inclusive travel planner

Anche il “viaggiatore” più sfrenato ha diritto di godersi una bella vacanza rilassante steso su un lettino imbottito sotto una palma e con un bel drink rinfrescante in mano!
E tra una passeggiata sulla spiaggia e un po’ di shopping avrà comunque modo di imparare qualcosa di più sulla cultura e sulla gente di quel paese, arricchirsi grazie ad una piacevole chiacchierata o capire il perchè di certe usanze.

Per come la vedo io, non è tanto il tipo di viaggio che fa la differenza, quanto le motivazioni che ci spingono a viaggiare e l’atteggiamento con cui si affronta il viaggio.

Ma arriviamo al punto di questo articolo (d’altronde se siete qui è perchè avete letto il titolo e vi aspettate una risposta!):

Viaggio fai da te o pacchetto completo?

Dopo la mia lunga introduzione potete immaginare quale sia la mia risposta. Entrambi.
Già, nonostante io sia un’ amante del fai da te maniacale (prometto che prima o poi vi svelo come organizzo NEI DETTAGLI – che puntualmente vengono stravolti – i miei viaggi, anche se un’accenno ve l’ho già dato nel mio #guardacomeviaggio) credo che esistano alcune destinazioni/tipi di viaggio per cui scelgo e consiglio il pacchetto completo.
Parliamoci chiaro: la maggior parte delle persone la prima cosa che valuta prima di partire è il costo.
Se la nostra destinazione è in Italia, probabilmente ci organizzeremo in autonomia, con mezzo proprio o con  i mezzi pubblici, ed in caso di problemi, sapremo sicuramente come cavarcela e che numeri contattare.
Anche se si vuole passare la classica settimana di relax al mare, nel dolce far nulla, è facile trovare ottime strutture turistiche e villaggi navigando in internet e scegliendo in autonomia.
Un tour comprato finito per un weekend lungo in una capitale europea mi costerà probabilmente 3 volte tanto rispetto al prenotarmi tutto in autonomia.
E’ vero, prenotare il volo, scegliere un buon pernottamento e organizzarsi con i trasporti può non essere una passeggiata, soprattutto per chi non è abituato, ma di certo si ha la libertà di scegliere l’itinerario che si preferisce, escludendo tappe obbligatorie del tour che non ci interessano e concedendoci più tempo nei luoghi di nostro interesse.
Se invece si tratta di un tour più lungo, vi consiglio di valutare entrambe le ipotesi. Potete visitare il Paese in autonomia, spostandovi con i mezzi pubblici o noleggiando un’auto, ma per alcuni Paesi, come per esempio la Turchia, ho visto spesso buone offerte di pacchetti completi con inclusi trasporti, pernottamenti, trasferimenti interni e spesso anche guide. I prezzi sono competitivi, e considerate che non dovrete guidare ed in caso di necessità riceverete sicuramente assistenza.

Generalmente questi tour sono strutturati con molto tempo libero e le visite guidate nelle città si pagano a parte, lasciandovi quindi spazio per visitarle in autonomia ed eventualmente contattare altre guide locali per un tour personalizzato.

Fai da te o All inclusive travel planner

 

Tour Eiffel travel planner

Per i viaggi a lungo raggio occorre fare una distinzione sul tipo di vacanza che si vuole affrontare e sul paese di destinazione.
Per esempio, per località come Madagascar, Kenya, Zanzibar, Santo Domingo, e altre località dove principalmente si va per rilassarsi in spiaggia ho trovato molta più convenienza nei pacchetti completi in resort e volo charter. Io ho acquistato ancora pacchetti da tour operator online affidabili, mi son trovata molto bene e ho risparmiato rispetto all’opzione volo di linea + hotel.
E’ poi sempre possibile fare escursioni, anche di più giorni acquistandole in loco, e personalmente vi consiglio di rivolgervi  ai beach boys (numerosissimi e molto affidabili in Africa) o alle agenzie locali.
Sempre parlando di vacanze al mare, ma abbinate a tour della regione, come ad esempio la Thailandia, invece consiglio di organizzarsi in autonomia, in largo anticipo sui voli aerei e magari approfittando di qualche bella offerta. Generalmente si trovano anche hotel o bungalow a buon prezzo dotati comunque di un certo confort, senza necessariamente stare in resort (che risulta molto molto costoso se prenotato in autonomia).
Sinceratevi solo che non sia necessario un visto consolare per entrare nel paese…in quel caso valutate anche il pacchetto completo che include la procedura per la richiesta del visto e fate un paragone sul prezzo.
Se la differenza è minima, e non avete voglia di impazzire optate per il pacchetto completo.

Per tour o viaggi con spostamenti frequenti è senza dubbio preferibile e molto meno dispendioso muoversi in autonomia.
Un’alternativa sono i “viaggi di gruppo” spesso a prezzo più contenuto ma che toccano solo le mete turistiche principali e non lasciano possibilità di modificare il proprio itinerario. Possono essere un’alternativa solo non vi sentite sicuri a visitare da soli quella destinazione, per timori legati alla lingua, all’organizzazione o alle differenze culturali. Tuttavia, io vi consiglio di rischiare….sono sicura che sarete in grado di farcela da soli!!!

madagascar nosy be travel planner

 

Madagascar travel planner

Comunque se siete interessati ad un itinerario personalizzato e ad un aiuto nell’organizzazione, mi potete contattare via mail per un consulto ed un eventuale preventivo.