A me hanno insegnato che se si vuole qualcosa, si dove lottare e fare l’impossibile per ottenerla.
Hanno insegnato che i sogni vanno seguiti, ma sempre con i piedi ben piantati a terra: trovare un obbiettivo, analizzare il percorso, valutare gli ostacoli, calcolare gli imprevisti  ed impegnarsi al massimo per ottenerlo.

bambola daruma

Hanno insegnato che la fiducia in se stessi, l’umiltà, l’impegno costante ti faranno sempre andare avanti nella vita, nonostante le mille difficoltà.

Son io il padrone del mio destino, il capitano dell’anima mia. Un rivoltoso, un attaccabrighe che portò la pace in una nazione dilaniata dall’apartheid, Nelson Mandela.

Anzi, non me l’hanno insegnato.
L’ho imparato.
Provandolo sulla mia pelle, non arrendendomi mai, seguendo le mie idee e le mie aspirazioni. Sbagliando, ritrattando, cadendo.

Ci saranno persone che ti esalteranno sempre e comunque, ma faranno solo il tuo male.
Ci saranno persone che ti ostacoleranno, ma non curarti di loro.
Ci saranno persone che crederanno in te, ma sottolineeranno i tuoi sbagli, spesso anche in modo brusco ma grazie a loro e ai loro calci nel sedere migliorerai.

Nessuno ci regala niente in questo mondo, ci si deve rimboccare le maniche, aspirare sempre al meglio, ma senza dimenticare i nostri limiti, senza tralasciare gli affetti e i doveri.
Dobbiamo prendere decisioni, correre rischi e buttarci, ma non andare alla cieca.
La vita non potrà essere sempre perfetta, ma ogni esperienza spiacevole ci deve insegnare qualcosa, i brutti momenti ci servono, sono la nostra forza. Senza le cadute non possiamo rialzarci.

Sette volte giù, otto volte su. La bambola daruma.

Abbiamo i nostri ideali, il nostro credo, il nostro carattere, la nostra personalità. Impariamo ad accettarci, accettiamo i nostri difetti e valorizziamo i nostri punti di forza, non seguiamo la massa, usiamo la testa e non facciamoci influenzare.
Mai svendersi, mai rinnegarsi, mai fingere di essere qualcun altro.
Possiamo essere tutto e l’opposto di tutto, ma perché ce lo sentiamo noi, non perché qualcuno ce lo impone. Il coraggio di essere se stessi e perseguire i propri sogni.

I was born to be brave. La ragazzina insicura che si è esibita al Superbowl, Lady Gaga.

 

Un post condiviso da maria luisa roncarolo (@italiaconibimbi.it) in data:

Vado a vivere in Giappone, non perché qui mi mancasse qualcosa, ma perchè voglio di più.
Vado a vivere in Giapponenon per scappare dalla mia vita, ma per prenderne le redini ancora di più.
Vado a vivere in Giappone, perché se ci fossi nata non sarei così, ma ora lo scelgo perchè sono così.
Vado a vivere in Giappone, perché la vita è una sola e io la voglio spremere al massimo.