Sia chi visita il Giappone per la prima volta, che per chi è di ritorno, Tokyo è una tappa immancabile, dove le cose da fare e da vedere non finiscono mai. Non solo per la quantità di quartieri e aree da esplorare in città, ma anche per le escursioni da Tokyo che si possono fare comodamente in una giornata.

Tokyo è ottimamente collegata con diverse città del Giappone, e per i turisti in possesso del Japan Rail Pass è anche comodo utilizzare gli Shinkansen per delle escursioni da Tokyo decisamente più distanti, come una toccata e fuga di un giorno a Kyoto.

In questo post però mi voglio concentrare soprattutto sulle gite giornaliere, quelle escursioni da Tokyo che non richiedono di pernottare fuori o che comunque permettono di vedere tutto o quasi in una sola giornata.

Escursioni da Tokyo – città

1. Kamakura

A poco più di un’ora da Tokyo, Kamakura è una delle escursioni giornaliere da Tokyo più spesso citate ed è anche una delle mie destinazioni preferite. Ricca di templi e storia, affacciata sul mare e con un’atmosfera molto rilassata, la rendono una destinazione perfetta per contrastare il caos e la freneticità di Tokyo. Famosa soprattutto per il suo Grande Buddha, è una cittadina ricca di templi zen che nel periodo delle ortensie diventa ancora più magica. Ci sono stata diverse volte, ma ci torno sempre con piacere perchè ci sono veramente molte cose da fare, inclusi diversi percorsi di trekking tra le sue collinne.
Consigli per l’itinerario li trovate nel post: Visitare Kamakura.

Distanza da Tokyo: circa un’ora da Shinjuku o Shinbashi

Escursioni Da Tokyo: Kamakura

2. Enoshima

Spesso vista in giornata insieme a Kamakura, Enoshima è un’ isoletta collegata alla terraferma da un ponte lungo 600metri. Sebbene facilmente raggiungibile da Tokyo, non sono ancora riuscita a visitarla perchè per un motivo o per l’altro i miei piani saltano sempre…conto di rimediare al più presto! Sebbene abbia una circonferenza di soli 4 km, Enoshima offre sufficienti attrazioni per riempire una giornata di escursione da Tokyo. Templi, grotte, spiagge ed un interessante giardino con osservatorio ed un onsen con spa annessa. Nelle belle giornate si può anche vedere il Monte Fuji in lontananza e in estate le sue spiagge sono molto apprezzate e più tranquille rispetto alla vicinissima Kamakura.

Distanza da Tokyo: poco più di un’ora da Shinjuku

3. Yokohama

Yokohama è una vivace città cosmopolita, ottimamente collegata a Tokyo tanto da esserne considerata quasi una sua estensione. Essendo una città portuale, si sente molto l’influenza di altre culture e nazionalità, sia per l’architettura degli edifici che per la sua grande Chinatown, la più grande del Giappone. Oltre a questo coloratissimo angolo di Cina, Yokohama è apprezzata anche per la zona del porto, Mirato Mirai, dove oltre a centri commerciali e passeggiate sul lungomare si trova anche un parco divertimenti con una grande ruota panoramica. A Yokohama si svolgono anche diversi eventi particolari durante l’anno, come il popolarissimo Pikachu Outbreak di Agosto. Grazie alle sue molteplici sfaccettature e la varietà di attività, Yokohama è la gita in giornata da Tokyo ideale un po’ per tutti: coppie alla ricerca di scorci romantici, famiglie con bambini, gruppi di amici che vogliono divertirsi in compagnia….io stessa ci sono stata diverse volte, anche solo per il gusto di fare una passeggiata, prometto di scrivere un post completo con tutte le cose da vedere a Yokohama quanti prima!

Distanza da Tokyo: 40 minuti da Shibuya

4. Kawasaki

Situata tra Tokyo e Yokohama, Kawasaki è una città famosa soprattuto per il Tempio Kawasaki Daishi. Qui, ad inizo marzo si svolge anche il Kanamara Matsuri, uno dei festival più particolari del Giappone, dove i mikoshi, gli altari portatili, sono a forma di…pene. Ebbene sì, non si tratta di una cosa volgare, ma è un festival dedicato alla fertilità, dove abbinato al lato folkloristico dei souvenir dalle forme falliche, si affianca l’aspetto spirituale del pregare per avere figli forti ed in salute.
Nella periferia della città, vicino alla stazione di Noborito, si trovano poi anche il Fujiko Fujio Museum, dedicato al famoso gatto-robot Doraemon ed al suo disegnatore, ed anche il Nihon Minkaen, un museo all’aria aperta dove si trovano 25 costruzioni originali del periodo Edo, rilocate qui da tutto il Giappone. Insomma Kawasaki è la gita ideale dove combinare cultura giapponese antica e moderna!

Distanza da Tokyo: circa 30 minuti da Tokyo (Shinjuku-Noborito 15 minuti e Tokyo-Kawasaki 20 minuti. Noborito-Kawasaki distano 20 minuti di treno l’una dall’altra)

5. Kawagoe

Quando sono stata a Kawagoe la prima volta, nel 2015, non avevo quasi incontrato turisti, ma ultimamente questa cittàdina chiamata anche la “Piccola Edo” sta diventando una popolare escursione da Tokyo. Devo ammettere che Kawagoe si merita questa fama, grazie non solo al suo grazioso centro ricco di edifici in legno ben preservati, ma anche per la sua richezza di templi ed angolini graziosi ed estremamente fotogenici. Kawagoe si può visitare tranquillamente anche in mezza giornata, il che la rende appetibile anche per chi ha solo poco tempo a Tokyo, m vuole visitare qualcosa di più tradizionale rispetto alla moderna capitale del Giappone. Kawagoe è anche una bellissima destinazione nel periodo dei ciliegi, consiglio soprattutto la zona lungo il fiume Shingashi. Per approfondire, leggete il mio post su Kawagoe, la piccola Edo.

Distanza da Tokyo: meno di un’ora da Ikebukuro

Escursioni da Tokyo: Kawagoe

6. Narita-Sakura-Sawara

Questi tre paesi nella prefettura di Chiba, ad est di Tokyo conosciuta per l’aeroporto internazionale di Narita, possono essere visitati sia in una giornata da Tokyo, che mentre si è di passaggio tra Tokyo e l’aeroporto. In realtà consiglio di visitare al massimo due paesi nello stesso giorno perchè difficilmente c’è qualcosa di aperto prima delle 10/10.30 e alle 17.00 viene chiuso tutto. Perciò per non affannarsi e dedicare il giusto tempo alla visita, è meglio escluderne uno. Sono tutte e tre ottime opzioni anche per riempire una mezza giornata di “vuoto” prima o dopo il vostro volo. Per ogni città trovate sul blog un post dedicato (quello su Sawara lo posterò a breve), così potete scegliere la città che vi ispiradi più!
Narita è famosa soprattutto per il suo grande tempio dove si può anche assistere gratuitamente alla cerimonia del fuoco, che si svolge nella sala principale del tempio più volte al giorno.
Sakura è invece consigliata agli amanti della storia giapponese: c’è un antico quartiere samurai dove si trovano ancora delle case originali visitabili, una foresta di bambù ed uno dei più importanti musei di storia del Giappone.
Mentre Sawara è un po’ più lontana e scomoda da raggiungere. Ci sono pochissimi treni verso Sawara, ed è quindi meglio farla al mattino, prendendo il bus da Tokyo e tornando poi via treno fermandosi poi dopo in una delle altre due città. E’ considerata la città dei mercanti per via dei numerosi edifici commerciali ottimamente conservati lungo un canale.

Distanza da Tokyo: da una a due ore da Tokyo o Nippori

 

Escursioni da Tokyo – natura

7. Monte Takao

L’area di Tokyo si estende ben oltre i confini del centro metropolitano e comprende anche una zona montuosa dove si trovano numerosi percorsi di hiking, passeggiate ed attività nella natura, camping e anche onsen. Tra questi, una delle escursioni da Tokyo più gettonate è il Monte Takao. I percorsi principali che salgono alla vetta sono 6, ma grazie alla funicolare ed alla funivia, tutti possono godere della bellezza di questa “montagna” (considerando che la vetta si aggira intorno ai 600 metri…). Il Monte Takao non offre solo splendidi panorami durante i momiji ed i sakura, ma offre spesso anche una bella vista sul Monte Fuji e per questo è una delle destinazioni preferite perfare Hastuhinode, vedere la prima alba del nuovo anno. Da non perdere anche il Tempio Yakouin con i tengu e l’onsen vicino alla stazione, dove rilassarsi dopo la camminata. Altre zone interessanti per chi vuole concedersi una pausa nella natura sono il Monte Mitake, con la funicolare più ripida del Giappone ed un tempio protetore dei cani , e Okutama con il suo grande lago e le numerose passeggiate nell’angolo più remoto di Tokyo.

8. Isola di Sarushima

Questa isola disabitata nella baia di Tokyo nei mesi di luglio e agosto si riempie di vita, tra barbecue in spiaggia e Dj set al tramonto. Ma durante il resto dell’anno è un luogo tranquillo e misterioso, dove do trovano i resti di una fortezza che pare abbia ispirato Miyazaki per il suo “Laputa, il castello nel cielo”. Sarushima significa letteralmente Isola delle scimmie, ma mi spiace deludervi, non troverete nessun primate ad attendervi..solo natura e silenzio. Si può arrivare sull’isola solo utilizzando il traghetto ufficiale da Yokosuka ed è assolutamente vietato fermarsi a pernottare lì! Io ci sono stata in estate e ne ho approfittato anche per fare un tuffo, i dettagli nel post Sarushima, un’isola disabitata nella baia di Tokyo.

Distanza da Tokyo: circa un’ora da Shinagawa

9. Penisola di Miura

Altra escursione da Tokyo dove godersi un po’ di mare è la penisola di Miura, dove si trova anche una delle spiagge più belle del Giappone da dove si riesce a vedere il Monte Fuji. Tuttavia, il mare non è certo la ragione per cui si viene in Giappone, perciò non preoccupatevi, non vi sto consigliando questa destinazione per andare al mare! La penisola di Miura è uno dei posti dove ammirare i ciliegi precoci già a Febbraio, quindi è la soluzione perfetta per chi vuole visitare il Giappone con i ciliegi in fiore, ma non è per nulla attratto dall’idea di essere bloccato nelle folle tipiche del periodo dell’hanami.
Oltretutto la penisola di Miura è famosa per il tonno: potete anche assistere all’asta dei tonni fino alle 9 di mattina al porto di Misaki-Miura e mangiarlo freschissimo nell’antistante isola di Jogashima.
Io ci sono stata sia in estate che a febbraio con i ciliegi e non posso fare altro che consigliarvelo, a breve un post con tante info utili.

Distanza da Tokyo: poco più di un’ora da Shinagawa

Escirsioni da Tokyo: Miura

10. Chichibu (e la casa di Totoro)

La prefettura di Saitama e specialmente la zona di Chichibu/Natagoro è caratterizzata da una splendida e potente natura e proprio per questo motivo si trovano moltissimi templi e santuari, diventati anche una sorta di pellegrinaggio. Il Santuario di Chichibu è uno dei più famosi, ma anche l’Hododan Jinja merita una visita. Oltre a visitare templi, nella zona di Nagatoro è possibile anche partecipare a diverse attività in contatto con la natura, come una gita in barca lungo il fiume o rafting per i più avventurosi (io l’ho fatto ed è stato molto divertente!).
Nella zona si trova anche il parco dei fiori di Hitsujiyama, altro luogo dove come al Fuji Shibazakura Festival, si può ammirare la meravigliosa fioritura del muschio rosa.

Potete poi anche decidere di fermarvi lungo il percorso e scendere alla fermata Kotesashi da dove prendere un autobus che vi porterà alla Casa di Totoro! Sì, proprio il Totoro del fil di Miyazaki!!

Distanza da Tokyo: due ore d Ikebukuro (un’ora e mezza con il treno espresso)

11. Ashikaga

Avete presente l’albero della vita di Avatar? Ecco, all’Ashikaga Flower Park si trova la pianta di glicine dal quale è stata presa ispirazione! Questo parco è una vera e propria meraviglia nel mese di Maggio, con cascate di fantastici glicini, tanto da essere considerato il posto più bello del mondo per ammirare questi fiori. Il parco è ovviamente aperto tutto l’anno grazie alle diverse fioriture, che nel periodo invernale vengono “sostituite” dalle illuminazioni floreale, anche quelle considerate spettacolari. Non limitate la gita giornaliera solo all’Ahikaga Flower Park, ma visitate anche la vicina cittadina di Ashigaka, dove vi aspettano alcuni templi interessanti e una delle prime università del Giappone in stile tradizionale, ora adibita a museo.

Distanza da Tokyo: circa un paio d’ore da Shinjuku, Ikebukuro o Ueno

Escursioni da Tokyo: Ashikaga Glower Park

12. Nokogiriyama

Una terrazza panoramica su una scogliera a picco, il Buddha più grande del Giappone, numerosi templi e grotte sono quello che vi aspetta al Monte Nokogiriyama. I più atletici possono avventurarsi in un trekking abbastanza impegnativo, mentre tutti gli altri possono raggiungere la cima con la funivia e visitare poi i vari punti di interesse pieni di energie.
Il Monte Nokogiriyama e la Penisola di Boso sono già nel mirino delle mie prossime escursioni da Tokyo, perciò seguitemi nelle Instagram Stories per il racconto in “diretta”.

Distanza da Tokyo: un paio d’ore da Tokyo

Altre escursioni da Tokyo

Ci sono poi alcune escursioni che sebbene si possano fare in giornata da Tokyo, consiglio di fare in un paio di giorni, pernottando sul posto, così da poter vedere molte più cose e godersi pienamente l’esperienza.

13. Monte Fuji e regione dei Cinque Laghi

Di cosa vedere nei dintorni del Monte Fuji, ne ho già accennato nel post dedicato e essendoci molte cose da vedere, scegliendo di fare una gita in giornata dovrete necessariamente scegliere di sacrificare qualcosa. Se poi oltre alla Chureito Pagoda, al villaggio Unesco di Oshino Hakkai, al FujiQ e alla zona di Kawaguchiko volete anche aggiungere i vari templi o il versante di Shizuoka come ha fatto Daniela di Tradurre il Giappone, il pernottamento nella regione dei cinque laghi è d’obbligo.
Di attività e cose da vedere in zona ce ne sono molte altre, come lo Yamanashi Prefectural Fujisan Center, il Fuji Sengen Shrine, la Fugaku Wind Cave o le cascate Shiraito. Senza contare che se avete intenzione di scalare il Monte Fuji nel periodo estivo di apertura dei sentieri, dovete necessariamente mettere in conto una gita di due giorni.

escursioni da Tokyo: Monte Fuji

14. Nikko

Nikko non ha certo bisogno di grandi presentazioni…i suoi templi Patrimoni Unesco e lo splendido ponte rosso immerso nella natura sono conosciutissimi e Nikko viene spesso consigliata come escursione raccomandata da Tokyo. Limitandovi solo a questi luoghi, una visita di un giorno è sufficiente, ma vi consiglio di pernottare lì e esplorare la splendida natura che circonda Nikko, come le cascate Kegon, annoverate tra le “Tre Cascate del Giappone” o le vicine località termali di Kinugawa Onsen o Yumoto Onsen o ancora, il parco storico a tema Edo Wonderland Edomura, dove verrete catapultati indietro nel tempo dritti dritti nel periodo Edo, tra geisha e ninja!

15. Hakone

Località termale molto popolare, facilmente raggiungibile da Tokyo, Hakone può essere tranquillamente visitata in giornata da Tokyo, ma se volete provare l’esperienza di un Ryokan con onsen, pernottare ad Hakone potrebbe essere la scelta ideale, grazie ai numerosi Ryokan di ottimo livello che si trovano nella zona (il Ryokan Gora Kadan è uno dei più rinomati…..ma anche uno dei più costosi ahimè!). Oltre a concedervi una bella cena e colazione tradizionale, nei ryokan potrete rilassarvi nelle calde acque degli onsen della zona, se avete tatuaggi, optate per un ryokan che offra l’onsen privato così potrete provare senza problemi questa fabtastica esperienza.
Ma Hakone non è solo onsen ed un giro classico comprende la Valle di Owakudani dove geyser e vapori sulfurei fuoriescono dal terreno. Per arrivarci si prende un trenino locale, una funicolare ed una funivia, il tutto attraversando splendidi scorci naturali. E poi da lì, mini crociera sul lago Ashi a bordo di una nave pirata! Ed ancora, il suggestivo Hakone Shrine, il check point della Tokaido e l’Open Air Museum, solo per citare le attrazioni più rinomate.

Daytrips from Tokyo

Per scoprire altro su Tokyo e sul Giappone seguimi anche su Facebook!